info@firenzeart.it
055.224028

Giuseppe Migneco

Giuseppe Migneco (Messina, 9 febbraio 1908 – Milano, 28 febbraio 1997) è stato uno dei maggiori espressionisti del novecento.

Nato a Messina nel 1908 (qualche mese prima del celebre terremoto che rase al suolo la città isolana), dopo aver compiuto studi classici nella città natale, si trasferisce nel 1931 a Milano dove comincia a studiare medicina. Lì si guadagna da vivere e inizia l'ingresso nel mondo dell'arte disegnando bozzetti per il "Corriere dei piccoli" e facendo il ritoccatore per l'editore Rizzoli. In questo periodo comincia l'attività pittorica realizzando dipinti dai contenuti autobiografici. Nel 1934 avviene la svolta. Entra in contatto con Aligi Sassu, Renato Birolli, Raffaele De Grada dai quali resta incantato. Nel 1937 è tra i fondatori del movimento di "Corrente" che raggruppa artisti provenienti da diversi orizzonti culturali, con il comune intento di aprirsi alla cultura moderna europea, rifiutando l'isolamento culturale imposto dalla politica fascista. In "Corrente" affluiscono, nel tempo, artisti con visioni dell'arte molto diverse, uniti inizialmente per respingere canoni pittorici ormai superati, che prenderanno poi strade diverse, come Badodi, Birolli, Broggini, Cassinari, Cherchi, Gauli, Guttuso, Manzù, Morlotti, Paganin, Sassu, Valenti, e Vedova. Nel dopoguerra Migneco affina il suo gusto per il "realismo sociale" subendo l'influsso dei pittori murari messicani. Un suo ammiratore lo definì “intagliatore di legno che scolpisce col pennello”. Negli anni Cinquanta la fama, ormai consolidata, consacra Giuseppe Migneco fra i maestri dell’arte italiana contemporanea, espone nelle più prestigiose gallerie nazionali ed estere: Goteborg, Boston, Parigi, Stoccarda, New York, Amsterdam, Amburgo e Zurigo. Nel 1958 partecipa alla XXIX Biennale d'arte di Venezia. I suoi colori sempre forti e vivaci che ricordano la sua Sicilia dai tratti violenti e netti, i volti duri e coraggiosi rendono le sue tele espressione della lotta esistenziale, nel continuo e profondo confronto con l'umanità e con gli eventi che la assediano, nella coscienza e nella speranza di libertà e di memoria, al di là dell'assurda solitudine dell'esistenza. Migneco si spegne a Milano il 28 febbraio del 1997.

Da Wikipedia

Opere di Giuseppe Migneco (3)

Quadro di Giuseppe Migneco Limoni - mista carta su tela

Giuseppe Migneco

Limoni

mista / carta su tela
23 x 29

dettaglio opera
Quadro di Giuseppe Migneco Figura femminile - litografia sughero

Giuseppe Migneco

Figura femminile

litografia / sughero
50 x 70
750

dettaglio opera
Quadro di Giuseppe Migneco Il tennis - mista tela

Giuseppe Migneco

Il tennis

mista / tela
20 x 30
1.700

dettaglio opera

tratta solo opere
Autentiche e Certificate

MOSTRE ONLINE IN CORSO


Mostra Personale  -  Dario Ferrini
Mostra Personale
di Dario Ferrini


NEWS FIRENZEART



Lido Bettarini
…è con grande dispiacere che oggi salutiamo l’artista Lido Bettarini. Fin da ragazzo, attratto dal disegno e dalla pittura,  ha studiato dai grandi maestri frequentando alcuni dei loro studi e visitando i [...] [ continua >>]

Giampaolo Talani “Anima sola”
  Siete tutti invitati all’inaugurazione che si terrà oggi pomeriggio alle 17:30 presso Palazzo Vecchio:   [ continua >>]


Galleria
Da oltre 20 anni vendiamo online opere d'arte autentiche di artisti affermati e talenti emergenti. Massima affidabilità.

Vai alla collezione


Mostre Online
Ogni mese nuove Mostre personali o collettive da non perdere. Visibili direttamente online nella nostra Galleria Virtuale.

Visita le Mostre Online in corso


Servizi per artisti
Affidati alla nostra esperienza per farti conoscere, promuoverti e aumentare la tua visibilità. Esponi le tue opere in una Mostra Online.

Contattaci


Archiviazione opere
Gestiamo in esclusiva l'archivio ufficiale delle opere di Rodolfo Marma e permettiamo l'autenticazione di opere di Graziano Marsili e Umberto Bianchini
Richiedi informazioni