info@firenzeart.it
055.224028

Camille Corot Jean-Baptiste

Jean-Baptiste Camille Corot (Parigi, 16 luglio 1796 – Parigi, 22 febbraio 1875) è stato un pittore francese, considerato uno dei più sensibili paesaggisti dell'Ottocento.

Jean-Baptiste-Camille Corot nacque il 16 luglio 1796 a Parigi, al n. 125 di rue du Bac, in uno stabile oggi demolito. La sua famiglia era di estrazione borghese - il padre era un mercante di stoffe e la madre una rinomata modista - e, a differenza di diversi altri artisti del periodo, non versò mai in condizioni economiche disastrose, poiché i suoi genitori si rivelarono eccellenti amministratori e gestori del patrimonio finanziario familiare.

La formazione del giovane Camille avvenne nell'ambito del Lycée Pierre-Corneille di Rouen. Egli, tuttavia, non era uno studente brillante: il suo rendimento, infatti, era incerto e saltuario e ben presto fu costretto a entrare in un collegio, dove tuttavia continuò a riscuotere bassi profitti scolastici. All'età di diciannove anni Corot era ancora un «bambinone, timido e impacciato: arrossiva quando qualcuno gli parlava, era estremamente imbarazzato in presenza delle belle dame frequentatrici del salotto materno. […] Sotto il profilo emotivo, era un figlio affettuoso e beneducato, che adorava la madre e tremava appena il padre proferiva parola».

Nel frattempo Corot su impulso del padre fu avviato nel commercio di tessuti. Il giovane, tuttavia, non aveva alcuna inclinazione per il commercio e non era portato per quelli che definiva «trucchi d'affari», eppure esercitò questo mestiere fino a quando non compì ventisei anni, quando il padre lo affrancò dal negozio e cessò finalmente di ostacolare le sue vocazioni. Gli anni trascorsi nel commercio, tuttavia, gli furono di estremo beneficio e l'esposizione con i variopinti colori dei tessuti non fecero che sviluppare notevolmente il suo senso estetico. Fu forse per sfuggire alla noia che Corot nel 1821 tentò di dipingere qualche quadro, e ne fu immediatamente rapito: il genere pittorico che più lo attrasse fu il paesaggismo, tanto che nelle sue primissime opere si mostrò assai sensibile ai lavori di John Constable e J. M. W. Turner, i due grandi paesaggisti inglesi del Romanticismo. Nel 1817 aprì il suo primo studio nella casa a Ville d’Avray, e a partire dal 1822 fu aiutato dai genitori con generosi aiuti finanziari: come già accennato, infatti, nella sua vita Corot non ebbe mai preoccupazioni economiche e dipinse sempre per proprio diletto.

La formazione pittorica di Corot avvenne tra il 1821 e il 1822 presso Achille Etna Michallon, un emulo di David che gli fornì ottimi consigli esercitando su di lui un'influenza forte e duratura. Grazie a Michallon Corot imparò a tracciare litografie, a trasporre sulla tela forme tridimensionali e a eseguire opere en plein air: furono numerosi, infatti, gli schizzi che realizzò all'aperto, specialmente nella foresta di Fontainebleau, nei villaggi di pescatori della Normandia e nei sobborghi a ovest di Parigi, come Ville-d'Avray, dove i genitori avevano tra l'altro una casa di campagna. Filtrati dall'insegnamento di Michallon, inoltre, Corot recepì i principi della tradizione neoclassica in Francia: fondamentale fu l'esempio di Pierre-Henri de Valenciennes, i cui paesaggi presentavano una visione della realtà che, seppur tipicamente settecentesca, anticipava già la poetica del Romanticismo. Dopo la morte di Michallon proseguì i suoi studi sotto la guida di Jean-Victor Bertin, altro rigoroso paesista classicheggiante. Pur non disdegnando l'insegnamento del maestro, Corot non si limitò a idealizzare i propri paesaggi, bensì intraprese anche a dipingere dal vero: nel corso della sua carriera egli avrebbe accolto entrambe le tendenze nei suoi lavori, spesso combinandole in un elaborato dualismo.

Opere di Camille Corot Jean-Baptiste (1)


tratta solo opere
Autentiche e Certificate

MOSTRE ONLINE IN CORSO


da privato a privato -  MOSTRA  MERCATO
da privato a privato
di MOSTRA MERCATO
Forme e recinzioni -  David Lehel
Forme e recinzioni
di David Lehel


NEWS FIRENZEART



Va in onda Donne e Motori

  Andrà in onda stasera alle 21.00 l’intervista di Fabrizio Borghini sulla mostra “Arte, Musica, Donne & motori”

L'articolo continua >>]



Galleria
Da oltre 20 anni vendiamo online opere d'arte autentiche di artisti affermati e talenti emergenti. Massima affidabilità.

Vai alla collezione


Mostre Online
Ogni mese nuove Mostre personali o collettive da non perdere. Visibili direttamente online nella nostra Galleria Virtuale.

Visita le Mostre Online in corso


Servizi per artisti
Affidati alla nostra esperienza per farti conoscere, promuoverti e aumentare la tua visibilità. Esponi le tue opere in una Mostra Online.

Contattaci


Archiviazione opere
Gestiamo in esclusiva l'archivio ufficiale delle opere di Rodolfo Marma e permettiamo l'autenticazione di opere di Graziano Marsili e Umberto Bianchini
Richiedi informazioni
Realizzazione grafica web WWS Snc